Posts Tagged ‘didattica digitale’

Nasce CONDIVIDO

E’ nato  CONDIVIDO, il Manifesto della comunicazione non ostile.

“Condivido” è un progetto educativo promosso da Parole O_Stili e rivolto a genitori, docenti e giovani studenti della scuola secondaria che vuole promuovere l’utilizzo di linguaggi non ostili in Rete.

Quando scrivi su Internet, pensa prima di scrivere.

Per saperne di più clicca sui materiali qua sotto:

qui e qui 

Ricordate il concorso

sardegna

C’è ancora poco più di un mese di tempo per la realizzazione del lavoro da presentare al concorso Sardinia, I love you.

Vi ricordo tutto:

Quest’anno è richiesta la realizzazione di uno spot che pubblicizzi una specialità, un prodotto o una manifestazione della località di provenienza.

Con questo concorso ci si propone di offrire un’occasione per suscitare negli studenti il gusto della ricerca.

Il progetto intende favorire una riflessione guidata sulle potenzialità che offrono le tecnologie come strumento per pubblicizzare il territorio e le sue specificità, i suoi prodotti, la sua tradizione.

I dettagli per la partecipazione al concorso sono indicati nel bando allegato. I termini di scadenza sono:

  1. invio della scheda di adesione  entro il 14 febbraio 2017
  2. invio dei lavori e della documentazione entro il 15 giugno 2017

all’indirizzo e-mail:  digitalsardinia1@gmail.com

Scarica il Regolamento

 

La Rivoluzione russa come un social network

project

Segnalo, soprattutto alla Quinta, questo interessante e originale sito, impostato nella forma del social network, che segue gli avvenimenti della Rivoluzione Russa, giorno per giorno, con post, foto, filmati d’archivio.

Gli avvenimenti della Rivoluzione, di cui ricorre quest’anno il centenario, possono essere seguiti su Project 1917, realizzato con l’aiuto di un gruppo di storici e di loro studenti, per avvicinare le generazioni più giovani agli eventi di quell’anno decisivo, ma sul quale però manca ancora, almeno in Russia, un giudizio univoco e chiaro da parte della comunità accademica e dell’opinione pubblica.

Project 1917 raccoglie esclusivamente materiali d’archivio, testi tratti da lettere, diari e altri scritti, montati secondo un ordine cronologico insieme a foto e filmati, con il format del sociali network, mentre tutti i personaggi che vi appaiono hanno una loro pagina su VKontakte, il Facebook russo.

Rinvio attività realtà aumentata

 

aurasma1

Ho appena saputo che questo pomeriggio la scuola sarà chiusa. Tutti sapevamo che anche il lunedì la scuola è aperta…. Mah!!!

L’incontro con la Terza, per il progetto sulla Realtà Aumentata, è pertanto rinviato a dopo le vacanze pasquali.

Per cercare di economizzare i tempi, che ora cominciano ad essere stretti, ciascun alunno o alunna della classe è tenuto durante le vacanze a:

  1. scaricare dal play store nel cellulare o nel tablet la app AURASMA (nessuno rientri senza l’applicazione)
  2. cercare una copertina di opere latine, greche o italiane (immagine su google di discreta dimensione, non miniatura), che fungerà da “trigger” al quale associare l’overlay (cioé il video o un’immagini 3d o altro) della realtà aumentata
  3. cercare su youtube 1 breve filmato (max 2 min) da associare al trigger. Se il video è più lungo, accorciatelo
  4. cercare, in alternativa alla copertina, 1 monumento della Sardegna (un nuraghe, una chiesa…) o 1 quadro famoso dalla storia dell’arte (sempre immagini su google di discreta dimensione) che fungerà da “trigger”
  5. realtaumentata1quale video associare a questo trigger? un video (brevissimo) in cui vi fate riprendere da qualcuno mentre presentate il monumento o il quadro (potete anche leggere… purché lo facciate bene…. altrimenti imparate il discorso a memoria). Vedete l’immagine in alto? Più o meno così.
  6. tutti dovete rientrare a scuola con questi materiali, tra i quali sceglierò i 3 migliori
  7. non è ammesso un lavoro di gruppo: se si volesse lavorare in coppia, dovrete allora presentare il doppio dei materiali.
  8. Il resto lo faremo insieme al rientro il 19 aprile (data nella quale siete pregati di tenervi liberi)

Sintetizzo:

  1. ognuno porti un trigger e un video da associare.
  2. Se preferite, man mano che avete i materiali potete anche inviarmeli (naturalmente con i link) via mail.
  3. Se avete difficoltà, potete contattarmi

I social nella didattica: facciamoli entrare

social

Per tanto/troppo tempo li abbiamo criticati e “condannati”, abbiamo rimproverato le nostre studentesse e i nostri studenti per l’uso eccessivo che ne fanno… Io stessa, a dire il vero, ho “sbraitato” più di una volta… Ora, come molti, anch’io credo che occorra smetterla di assumere questo atteggiamento censorio nei confronti dei social e che sia più opportuno, invece, integrare nella didattica le enormi potenzialità di questi “nuovi” (ormai neppure più tanto) strumenti di comunicazione-condivisione.

Consiglio pertanto agli insegnanti la lettura di questo articolo e la presa in considerazione dei suggerimenti che propone.

Da IMPARADIGITALE (CLICCA QUI)

“Nonni in rete” volge al termine

“Nonni in Rete” sta per concludersi.

Ecco gli ultimi step del progetto:

  1. Già dalla prossima lezione (la penultima), ma assolutamente durante l’ultima lezione, dovrete avvisare i “nonni” che il 20 aprile si celebrerà a livello nazionale l’open day di “Nonni in rete” e che, pertanto, tutti  dovranno essere presenti
  2. Il 20 aprile ogni nonno/a dovrà portare un amico/a per mostrare cosa ha imparato
  3. La FondazioneMondoDigitale invierà alla scuola un trafiletto da pubblicizzare sul sito
  4. Durante l’open day si creeranno delle postazioni con indicazione: email, consultazione internet (meteo, treni, apertura uffici), social network, disegno e solitari, scaricamento foto…in modo che l’eventuale visitatore possa sedersi accanto alla postazione che riporta il servizio che si offre e provare insieme a Nonno e tutor del corso a capire quanto sia semplice e quando sia stato insegnato al corso.
  5. Le postazioni potranno essere scelte in base alle competenze dei nonni, se per esempio nonno X è davvero diventato bravo a cercare orari dei treni, sarà lui con il suo tutor a essere la postazione “ricerca treni” e così via in modo da mostrare quanto siano stati efficaci i tutor a spiegare e i nonni ad apprendere.
  6. Verranno fatte interviste a qualche nonno e ad almeno un tutor
  7. Ancora, Poste Italiane sarà presente con la stampa per consegnare degli attestati,  in una data tra il 9 e 30 maggio
  8. Infine dovreste compilare i seguenti questionari di fine corso, che potete già fare ora e dovrete far compilare ai Nonni in occasione della prossima lezione.

 

Questionario nonni

https://it.surveymonkey.com/r/96W7B8S

 

Questionario docenti

https://it.surveymonkey.com/r/X9SJWKG

 

Questionari tutor

https://it.surveymonkey.com/r/X9FGC7S

 

 

La Terza B e la realtà aumentata

Per il progetto “Cosmopolitismo digitale: Aumentiamo la realtà”, a cui partecipa la III B, ecco completato il primo step: il video di presentazione della classe.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: