Archive for the ‘Strumenti’ Category

Per chi non c’era

Propongo, soprattutto a chi non era presente alla scorsa lezione, un video sulla terza declinazione (temi in labiale e gutturale).

 

 

Consiglio inoltre la traduzione delle frasi proposte nel post precedente, ricordando che il verbo della prima frase è coniugato all’imperfetto e viene dal verbo πεμπω , e che il verbo della seconda frase è ιημι .

Buon lavoro e buon weekend!!

Materiali per la lezione di domani

Pubblico i materiali che ci occorreranno durante la lezione di domani: riguardano i primi sostantivi della terza declinazione e l’imperfetto

frasi_IIIdecl

A domani!

Prime slides

Ecco le prime slides della lezione introduttiva sulla letteratura greca.

Al prossimo incontro (fra due settimane) il seguito.

Le slides sono state inserite, come al solito, anche nella sezione UNI3

>>>  Per ingrandire, cliccate sulle singole slides

Ci siamo quasi…

esercizi scuolaCarissime amiche e carissimi amici dell’Università della Terza Età di Quartu, ben trovate/i!!

E’ passato davvero tanto tempo dall’ultima volta (sono quasi cinque mesi!!!) e probabilmente molti di voi avranno già dimenticato tutto ciò che avevano imparato e – chissà – proveranno disagio se si accingeranno a riprendere in mano i materiali dello scorso anno accademico…  Eppure io credo che,  invece, le cose non stiano così e penso che non vediate l’ora di ricominciare :-).

Manca poco, ormai, e con questo post desidero riavvicinarvi gradualmente al nostro prossimo incontro.

Ho predisposto per voi (naturalmente per chi ne avesse voglia e tempo) alcuni testi, di facile traduzione, sui quali potrete provare nuovamente a cimentarvi. Il consiglio è di non affrontare le prove dedicando loro sere intere, fino a che non ne avrete afferrato il bandolo; meglio sarebbe dedicarcisi a piccoli passi, 15/30 minuti al giorno (ma tutti i giorni), da qui all’inizio delle nostre lezioni.

Nell’attesa di rincontrarvi presto, agguerrite/i e motivate/i come sempre, ecco i due testi.

versione1

versioni 2-3

 

Buon lavoro e… a presto!!

Come creare una app

mit app

E’ cominciata la scorsa settimana la mia collaborazione con il liceo Dettori e col progetto  SCHAPP! Sardinian cultural heritage application. 

Il mio intervento consiste nell’insegnare agli studenti a costruire una applicazione mobile per l’esplorazione, la conoscenza e la valorizzazione anche digitale del patrimonio artistico, culturale e paesaggistico del sud Sardegna.

Obiettivo del progetto SCHAPP! è infatti quello di avvicinare gli studenti alla conoscenza di un territorio interno noto per il suo straordinario interesse archeologico e paesaggistico, e facilmente raggiungibile dal capoluogo, ma per lo più sconosciuto alle studentesse e agli studenti delle scuole superiori.

Affinché questo progetto sia pienamente stimolante e coinvolgente è previsto anche un approccio tecnologico che passa per l’utilizzo di strumentazioni e applicazioni digitali allo scopo di raccogliere, registrare e riversare i dati in una App, anche in lingua inglese, finalizzata all’accesso, all’esplorazione e alla valorizzazione digitale del patrimonio artistico, culturale e paesaggistico analizzato.
La creazione dell’App impegnerà gli studenti in un’attività nuova, ma strettamente collegata col territorio scelto.

Domani il secondo incontro che prevede la presentazione della piattaforma che sarà usata per la creazione della APP.: si tratta della piattaforma MITappInventor

 

Un bell’articolo su Seneca

Lucio_Anneo_Seneca_101_jpg_1306973099

Alla Quinta che ancora deve affrontare il colloquio d’esame, suggerisco la lettura di questo bell’articolo su Seneca e la ricerca della felicità (De Vita Beata), pubblicato su Il Sole 24 Ore il 25 giugno u.s., a firma di Armando Massarenti.

«Quando la Pirelli cominciò a farmi girare per il mondo, non ci misi molto a rendermi conto che l’ubriacatura consumistica della business community e il materialismo reaganiano degli anni Ottanta ricordavano proprio quella società augustea a neroniana che Orazio e Seneca prendevano di mira. Da vizio privato, il tradurre si trasformò per me in pubblica virtù». Così commenta Gavino Manca il suo “pubblico servizio” di manager e al contempo anche di traduttore di testi classici latini: nel leggere la sua versione del dialogo La vita felice (De vita beata) di Lucio Anneo Seneca (da poco riproposta da Einaudi), ci accorgiamo che anche lui, come Seneca – pedagogo e consigliere personale dell’imperatore Nerone -, è un uomo “al vertice” che trova solo nella filosofia quel riparo sicuro dai marosi che l’esistenza non risparmia a nessuno, ma che infligge abbondantemente a chi vive a contatto con qualsiasi forma di potere.

Leggi tutto

 

Completate il padlet su Alceo

alceo padlet

Per il momento sono solo quattro gli apporti postati nel padlet su Alceo. La Terza si affretti a completare prima di giovedì.

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: