Eccoci di nuovo qui

Visto che non vedete l’ora di rimettervi in gioco, ecco la consegna per la prossima settimana:

  1. Esercizi  interattivi sulla coniugazione di λυω dal sito PoesiaLatina. Questo è il link.

Potete esercitarvi sul presente e l’imperfetto, nella forma attiva e medio-passiva.

Mi farete sapere come sarà andata.

2. Quanto alle traduzioni, propongo le seguenti frasi (solo quelle indicate con un cerchietto: 6,7,9, 12, 13, 14, 15). Prima e seconda declinazione, aggettivi della I classe,  imperfetto:

frasi imperfetto

3. …e per chi proprio ha tempo e voglia anche una versioncina (tutti in grado di tradurla, perché prevede solo la conoscenza della prima declinazione):

vers 1 decl

Buon lavoro!

  • Consegnate, come al solito, entro lunedì, preferibilmente via mail.
  • Se avete qualche domanda in itinere, potete farla qui nei commenti (Lascia un commento).
  • Poiché non ricordo se abbiamo già visto l’imperfetto del verbo ειμι, per sicurezza ve lo propongo qua sotto:

imperfetto eimi

 

 

One response to this post.

  1. Posted by Rosanna Longoni on 23 marzo 2020 at 11:21

    FRASI 21/03/2020

    6- Gli antichi non avevano case. Essi abitavano in grotte decorate (adorne).
    7- I giochi dei giovani nei tempi antichi erano i dadi e la palla.
    9- Quando era buio (al buio, con l’oscurità) i soldati non vedevano
    l’accampamento dei nemici. ?
    12- Gli antichi abitanti della Siria veneravano numerosi dei e talvolta facevano
    sacrifici umani presso gli altari.
    13- L’esercito dei nemici faceva irruzione nella regione degli Spartani.
    14- I cittadini rivolgevano preghiere di sacrificio agli dei dopo la vittoria contro i
    nemici.
    15- I canti degli antichi poeti erano letti (conosciuti) dai giovani nelle scuole
    ed erano recitati in piazza dagli aedi.

    IL RAGNO SUPERBO
    Il ragno lavora nella casa e tende insidie alle mosche e spesso si vanta della tecnica e dell’esperienza e dice: “la stima e il rispetto si addice (πρέπει) ai ragni per la cura (diligenza) e l’abilità”.
    La padrona spazza (pulisce) la casa, distrugge il ragno e dice: “ non dire frottole: le ancelle conoscono la vanità (?) mentre ammirano lo zelo e la operosità dell’ape” . Infatti l’ape porta utilità e gioia alle ancelle e alla padrona di casa.

    "Mi piace"

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: