Gli Atridi (quarta parte): Elettra e Oreste

elettra e Oreste

Elettra e Oreste

Agamennone è morto e sono ormai trascorsi diversi anni. La figlia Elettra vive – odiandoli – con gli assassini del padre Clitennestra e il suo amante Egisto,  e si tormenta nell’attesa del rientro in patria di Oreste, attraverso il quale vorrebbe vendicare il padre.  Oreste infatti,  al momento dell’uccisione di Agamennone, ancora bambino era stato messo in salvo dalla sorella, ed era stato accolto dallo zio Strofio, in Focide, dove aveva stretto una solida amicizia con il cugino Pilade. Una volta cresciuto e visitato l’oracolo di Delfi, Oreste riceve il responso di rientrare in patria e di vendicare Agamennone. Elettra intuisce che Oreste è arrivato a Micene grazie ad una ciocca di capelli che il fratello ha deposto sulla tomba del padre. I due fratelli riuniti, anche con l’aiuto di Pilade, uccidono Clitennestra ed Egisto.

Ed anche ora, come per l’Agamennone di Eschilo,  vi invito a leggere integralmente la tragedia dello stesso autore intitolata Coefore, che presenta, approfondendola, questa parte del mito. Clic qui.

oreste-clitennestra-erinni

 

Oreste uccide Clitennestra

Clitennestra è stata uccisa e, come la colpa di Agamennone (di avere ucciso Ifigenia) era stata vendicata dalla moglie, la colpa di Clitennestra ed Egisto viene vendicata da Oreste, che tuttavia si macchia di un’altra colpa che va punita: le Erinni infatti lo perseguitano  e ne chiedono agli dei la punizione, ma Apollo ha sempre protetto Oreste, ed Atena, dopo avere istituito un tribunale ad Atene (l’Areopago), nel quale viene celebrato il processo al matricida,  fa sì che Oreste venga assolto.

E qui si chiude, con una sentenza “strana” e forse discutibile, la lunga vicenda di questa stirpe maledetta.

Chi si sta affezionando alla lettura diretta delle tragedie, trova questa fase del mito nelle Eumenidi di Eschilo, che, naturalmente invito a leggere, cliccando qui.

Annunci

2 responses to this post.

  1. Buonasera professoressa Orrù

    Mi piace

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: