Per il concorso su Twitter

twitter-logo

Partecipate al concorso!!

Vi propongo la parte del regolamento del concorso che può aiutarvi a trovare l’idea per il Tweet sull’acqua:

La quarta edizione del concorso punta la sua attenzione sull’acqua, elemento vitale per eccellenza. Su questo tema si richiede la riflessione da parte degli studenti partecipanti, nel rispetto della lunghezza massima dei 140 caratteri e tenendo presente l’esigenza cardine del concorso, che è quella di unire la massima pregnanza del significato ad una forma che sia il più possibile letteraria ed efficace.

Il tema scelto si presta bene a riflessioni di vario tipo, di carattere sociale ed economico oppure letterario e poetico.

apple-touch-icon-192x192I Tweet potrebbero puntare l’attenzione sul rispetto per l’ambiente. L’acqua, infatti, oltre ad essere fonte di vita, può anche causare morte e distruzione. Pensiamo ad esempio ai cambiamenti climatici oppure alle catastrofi naturali, oppure ancora all’inquinamento delle acque causato dall’uomo.

Il breve testo da inviare potrebbe, d’altra parte, essere dedicato anche ad una riflessione dal tono squisitamente poetico o letterario. Il tema dell’acqua fa venire alla mente, infatti, le parole ad esso dedicate da poeti e scrittori. Pensiamo, a puro titolo esemplificativo, ai viaggi per mare di Odisseo e di Enea, oppure ad Orazio ed alla sua celebre ode alla fonte Bandusia. Pensiamo, ancora, a Catullo ed alle parole degli amanti, che per il poeta sono scritte sull’acqua in quanto spesso fugaci come i sentimenti.

L’acqua del mare, ad esempio, è al centro del racconto virgiliano del mito di Ero e Leandro. In tempi più recenti, l’acqua ha inoltre ispirato poeti e scrittori quali Ugo Foscolo (“A Zacinto”), Umberto Saba (“Ulisse”) ed anche altri (Pascoli, “Temporale”; D’Annunzio, “La pioggia nel pineto”; Palazzeschi, “La fontana malata”; Ungaretti, “I fiumi”; Montale, “Cigola la carrucola del pozzo”; Hikmet, “Ti amo come se mangiassi il pane”; Hemingway, “Il vecchio e il mare”; Virginia Woolf, “Mrs Dalloway” e “Gita al faro”; Apollinaire, “Le pont Mirabeau”; Marquez, “L’amore ai tempi del colera”; Saramago, “Acqua che all’acqua torna”; Coleridge, “La ballata del vecchio marinaio”). E ancora si potrebbero ricordare Melville, Dickinson, Shakespeare, Baudelaire, Jerome, Jules Verne, Stevenson, Defoe, Murakami, Hermann Hesse, Yourcenar, Neruda, Tagore e moltissimi altri autori

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: