Esopo: Il pastore e il mare

esopoPer la Seconda la traduzione della favola di Esopo proposta all’ultimo compito in classe:

Un pastore che pascolava il suo gregge in una località vicino al mare, quando vide il mare calmo desiderò mettersi in mare per commerciare. Perciò, vendute le sue pecore, comprata della porpora e caricata la nave, salpò, sperando che la nave in breve si sarebbe riempita facilmente di ricchezze. Ma quando arrivò una tempesta e la nave corse il rischio di affondare, gettato via tutto il carico nelle onde per salvarsi, a fatica si diresse al porto con la nave vuota e si salvò. Non pochi giorni dopo, poiché gli si avvicinò un tale che ammirava il mare nuovamente calmo, costui gli disse: “o carissimo, (il mare) desidera nuovamente della porpora e per questo si mostra calmo, perché spera che altri gli offriranno della porpora”

Testo originale

pastore e mare

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: