Di nuovo dall’Arizona

WelcomeToArizonaEcco (su gentile concessione :-)) un nuovo saluto di Toti dall’Arizona:

Cari professori,

Con oggi sono 153 giorni che ho lasciato l’Italia (esattamente 5 mesi oggi) e 157 sono quelli che mancano al mio rientro (si parla di un possibile rientro per fine maggio), sono praticamente a metà del mio anno all’estero e, sinceramente, non so se questo mi faccia sentire triste per il tempo che passa troppo in fretta o felice per l’ansia di rivedere tutti.
In linea di massima va sempre tutto bene, a casa, a scuola e con gli amici, anche se ogni tanto con il passare del tempo si notano alcune differenze che molto spesso non mi vanno proprio giù, ma sempre con il tempo si impara a buttar giù la pillola amara e a convivere con queste differenze (si, oltre che essere diventato una persona fastidiosamente puntuale sto diventando anche una persona estremamente calma che sta capendo quando è il caso di tralasciare alcune cose che non meritano di essere discusse e quando è il caso di discutere quelle più rilevanti selezionando le parole e sopratutto il tono).
Per quanto riguarda la scuola continuano a non esserci problemi, ho fatto gli esami sul programma di tutto il semestre gli scorsi giovedì e venerdì e i voti sono i seguenti (…)
Ho ricevuto i programmi quasi di tutte le classi (sto ancora cercando di far capire all’insegnante di inglese che mi serve il programma più dettagliato) e, se devo essere sincero, la classe di matematica l’ho trovata abbastanza complicata, alcune spiegazioni non sono state chiare come quelle in Italia e diverse volte mi hanno dato un po’ di problemi…toti_foto
Ora sono iniziate le vacanze natalizie e riprenderò a scuola il 4 gennaio ed inizierò le nuove materie che sono: Drafting and Design, Honor College Trigonometry, Spanish I e Journalism (non sono sicurissimo per tutte e quattro perché se mi daranno la possibilità potrei cambiare una delle quattro con una classe di economia e marketing che dicono sia molto interessante). Con la lingua va sempre meglio i miei pensieri sono prevalentemente in inglese e come loro anche buona parte dei pochi sogni che faccio durante la notte sono in inglese (tranne la settimana scorsa che ho sognato il mio esame di maturità e non so ancora se considerarlo pienamente un sogno o un incubo, ci sto ancora lavorando) e molto spesso mi trovo nel parlare in italiano a dover tradurre dall’inglese; ci sono diverse cose difficili da spiegare in italiano che non sono dirette come in inglese (e viceversa). In linea di massima sto notando, o mi fanno notare, diversi cambiamenti (il più drammatico è quello dei 6 chili) sopratutto dal punto di vista del carattere e per alcune abitudini che ho perso (…).
Colgo l’occasione per augurare a tutti voi, ed alle vostre famiglie, un felicissimo Natale ricco di momenti trascorsi con le persone alle quali volete più bene (che forse è la cosa che invidio di più a tutti voi in questo periodo).
Un caro saluto,
PS: vi spedisco in allegato un paio di foto di famiglia che abbiamo fatto oggi (purtroppo però non sono nitidissime), spero vi piacciano.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: