Nuovo esame di stato

esameIl nuovo esame di Stato targato Renzi slitta di un anno.

Dal 2016 saranno introdotte le novità previste nell’ultima Legge di Stabilità al comma 350 dell’art. 1, dovranno aspettare il nuovo anno. A darne conferma è stata la stessa ministra Giannini rispondendo al quesito posto durante il question time, dalla deputata forzista Cementero. Ne scrive, nell’articolo che segue, Emanuela Micucci.

Tutto rinviato di un anno. A giugno 2016, quando debutterà la nuova maturità targata Buona Scuola, arriveranno anche i nuovi criteri per la composizione delle commissioni dell’esame di Stato. Parola di ministro dell’istruzione Stefania Giannini. Tuttavia, la revisione delle commissioni avrebbe dovuto riguardare già la maturità 2015, come fissato nell’ultima Legge di Stabilità al comma 350 dell’art. 1.

A porre il quesito al ministro, la scorsa settimana in un question time alla Camera, è Elena Centemero, responsabile scuola di Forza Italia. «il Miur avrebbe dovuto emanare un decreto ministeriale in cui venivano indicati i criteri per la nuova definizione delle commissioni di esami di Stato conclusivi del secondo ciclo…gli esami di Stato del 2015 si stanno avvicinando, sono passati due mesi (il 2 marzo) e il Miur non ha ancora emanato il decreto ministeriale che prevedeva proprio la definizione delle nuove commissioni, entro 60 giorni».

Provvedimento a cui si accompagnava l’emanazione, entro lo stesso termine, di un decreto interministeriale Istruzione-Tesoro che definisce i compensi dei commissari d’esame.

Diversa l’opinione di Giannini: «La disposizione, essendo intervenuta ad anno scolastico avviato, non può che trovare piena applicazione a partire dall’anno scolastico 2015-2016, mediante l’adozione del prescritto decreto, ma anche prevedendo una modifica dei criteri di composizione delle commissioni di esame e delle regole di svolgimento delle prove stesse, non essendo prospettabile a candidati che sono in corso di preparazione, ormai agli sgoccioli, del prossimo esame di maturità».
Insomma, tutto rimandato di un anno.

E collegato al ddl La Buona Scuola, «dove – spiega – si è deciso di avviare un significativo e organico intervento della disciplina degli esami di Stato», prevedendo «uno specifico criterio di delega per la revisione delle modalità di svolgimento». Con buona pace della Legge di Stabilità che prevedeva nuovi i nuovi criteri per la definizione della composizione delle commissioni d’esame «con effetto dall’anno 2015».

da: http://www.informazionescuola.it

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: